NELSON

Per informazioni o prenotazioni le scuole interessate possono scrivere a
info@teatrotrivulzio.it
oppure chiamare il numero 0292278742

Mercoledì 29 Gennaio 2020

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

testo e regia Giuseppe Di Bello
con Marco Continanza
organizzazione Michele Ciarla
produzione "Progetto ConTattoTrame riparative nelle comunità"
sostenuto da Fondazione Cariplo Programma: “Welfare in Azione”

  • Demo Image
  • Demo Image

Lo spettacolo

Dov'è quell'angolo del nostro cervello o del nostro cuore dove nascono le idee “buone”.

È davvero un mistero, soprattutto se si considera una vita come quella di Nelson Mandela, nato in una nazione oppressa dal razzismo, dalla violenza che questo ha generato e dal suo “evolversi” in nel terribile regime che è stato Apartheid.

Questo sistema, privo di pietà, che ha vessato lui, la sua famiglia e il suo popolo e che infine lo ha rinchiuso in un carcere su una piccola isola in mezzo all'oceano solo per le sue idee; in una cella di due metri per due per 27 anni, non solo non è riuscito a piegarlo, ma cosa più incredibile sembra avergli offerto l'opportunità di maturare una profonda umanità, cosa che lo porterà attraverso la compassione, ad elevarsi tra i grandi spiriti della storia dell'uomo.

Attraverso il racconto torneranno alla memoria o si racconteranno a chi non li conosce, i momenti salienti della vita di quest'uomo e dei mondi in cui ha vissuto: la sua infanzia, la sua adozione, dopo la morte del padre, da parte del re della sua tribù, gli anni della scuola e la presa di coscienza, gli anni del terrorismo, la condanna al carcere a vita, le stragi nei ghetti, e poi la sua liberazione, l'elezione a Presidente della Nazione, fino a quel capolavoro umano che è stata l'istituzione della Commissione per la Verità e la Riconciliazione.

Il racconto, sostenuto dalla partecipata e potente narrazione di Marco Continanza, evoca immagini e sentimenti e si muove a ritmo sostenuto in un crescendo di emozioni fino a farci provare la liberazione da quel senso di rabbia e di odio che monta sin dalle sue prime parole e facendoci così sentire la potenza del perdono, della pace e della fratellanza perché “…nessuno nasce odiando un altro per il colore della sua pelle, la sua storia o la sua religione.

Le persone debbono imparare ad odiare.
E se possono imparare ad odiare allora può essere loro insegnato anche ad amare.
Perché per la natura umana l’amore è un sentimento più naturale dell’odio.”

Biglietto € 7
Gratuità per insegnanti

Per informazioni e prenotazioni:
TEATRO TRIVULZIO
0292278742 - info@teatrotrivulzio.it